Tellco Logo
Tellco header image

Contro la chiusura delle casse pensione aziendali

Molte PMI devono separarsi dalla propria cassa pensione a causa degli obblighi sempre più gravosi. Una soluzione contro questo fenomeno viene dagli esperti di previdenza di Svitto che lavorano da Tellco SA.


L’economia svizzera è caratterizzata per una parte importante da piccole e medie imprese. Cresciute nel corso degli anni, possiedono spesso una propria cassa pensione: una tradizione saldamente ancorata nella cultura locale. Tali istituti di previdenza hanno conosciuto per lungo tempo uno sviluppo positivo, ma oggi iniziano a essere sotto pressione: nuove regole di compliance richiedono certezze maggiori, la volatilità dei mercati finanziari rende sempre più complesso investire con successo gli averi di vecchiaia, lo sviluppo demografico ribalta il rapporto tra persone attive e pensionati, i consigli delle Fondazioni sono continuamente sotto la lente di ingrandimento dei media e dei lavoratori. Pertanto gli oneri che un’azienda con meno di 300 collaboratori deve sostenere per gestire una cassa pensione aziendale sono praticamente insostenibili. Questa situazione si è consolidata con gli sviluppi degli ultimi anni.

Casse pensione «proprie» con meno responsabilità

La conseguenza è che un numero sempre maggiore di casse pensione aziendali si scioglie affiliandosi alle grandi casse. In questo modo da un lato si trasferisce la responsabilità a un altro soggetto, ma dall’altro questo passo molto difficile dal punto di vista emozionale comporta anche una perdita di influenza: molte aziende lamentano questo problema. Finora mancava una vera alternativa, ma con l’interessante approccio di Tellco SA le cose sono cambiate: questa impresa generale attiva nel campo della previdenza professionale, soggetta alla vigilanza dell’autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) in quanto commerciante di valori mobiliari, offre ora una soluzione con l’affiliazione alla fondazione collettiva Tellco pkFLEX. «Da noi gli istituti di previdenza restano in essere con il loro nome, ma gli ex consigli di fondazione possono trasferire una parte della loro responsabilità», spiega Alexander Spillmann di Tellco SA. I datori di lavoro approfittano dell’accompagnamento amministrativo offerto dagli esperti Tellco e continuano ad essere liberi nella scelta della banca depositaria, del gestore patrimoniale e della propria strategia di investimento.

Sfruttamento delle sinergie e riduzione dei costi

Che questo approccio funzioni, lo dimostra l’esempio di una PMI svizzera di medie dimensioni, che si è rivolta a Tellco prima di sciogliere la propria cassa pensione. Tellco ha trasferito la cassa, ormai allo stremo, nella fondazione collettiva Tellco pkFLEX; con l’assistenza dei propri esperti ha consentito ai pensionati di effettuare riscatti in una fondazione terza e ha introdotto misure di risanamento. «Per finanziare gli aventi diritto alle rendite, fungiamo da intermediari per la vendita di un eventuale patrimonio immobiliare dell’azienda a una fondazione d’investimento, diritto di riacquisto incluso», spiega Alexander Spillmann. Ciò è possibile in quanto Tellco offre assistenza in tre diversi settori che si completano a vicenda: gestione patrimoniale, investimenti immobiliari e amministrazione della previdenza. Le interfacce sviluppate consentono di fornire soluzioni efficienti, interagendo al tempo stesso con un unico interlocutore: «Un’offerta unica nel suo genere in Svizzera, che si può trovare solo da Tellco», dichiara Alexander Spillmann. La previdenza professionale di questa PMI poggia nuovamente su solide basi e il futuro finanziario dei suoi collaboratori è in buone mani: possono continuare a decidere come investire il loro patrimonio, ma a fronte di costi amministrativi nettamente più bassi del passato. Una soluzione molto promettente per il futuro.

Altre tematiche

×
© Tellco SA
Tellco SA, Bahnhofstrasse 4
Casella postale 713, CH-6431 Svitto
t +41 58 442 12 91, info@tellco.ch
LinkedIn
Switch: Mobile / Desktop
© Tellco SA